EVENTI ED AZIENDE NEL COMUNE DI CAPRANICA, BARBARANO, SUTRI, VETRALLA, ORIOLO, BASSANO, VEJANO, RONCIGLIONE

Il portale per la promozione di eventi e aziende sul territorio che dal Comune di Capranica si estende fino alla Tuscia romana e alla Tuscia viterbese

In MTB a Vejano sulle orme del Marchese del Grillo: 20 Gennaio

0

Giro in mountain bike IMPEGNATIVO all’antica Monterano

Il percorso è la versione “Cattiva” del giro che propongo di solito all’antica Monterano.

L’escursione parte dal panificio Baldassarini in via degli Scaloni a Manziana. (poco dopo l’ingresso del bosco di macchia grande). E’ una occasione per fare incetta di ottime prelibatezze da assaporare lungo il percorso. Mete del giro: le mirabili rovine della vecchia Monterano con l’esplorazione dei tesori della riserva naturale (la zolfatara, la cascata Diosilla e la località la “Bandita”), il parco della Mola di Oriolo e la visita della parte antica di Veiano. Un vero gioiello che sposa completamente lo spirito di “In Bici per il Lazio”. La prima la raggiungiamo dopo un primo tratto di asfalto in saliscendi da non sottovalutare e affrontare con rapporti agili e con sterrato facile in discesa.

Descrizione del percorso in MTB a Vejano


Ci appaiono, dopo un breve stradino, le rovine dell’antica Monterano, ricca di storia di perle architettoniche (la fontana del Bernini) e dal fascino di città perduta. Il luogo fu scelto come set per girare una delle scene dell’indimenticabile film “il Marchese del Grillo”.
Dopo la visita al sito, anch’essa quasi tutta in bici, torniamo sulle nostre tracce per dirigerci verso il fiume Mignone che con il suo corso sinuoso ci accompagnerà spesso nel nostro vagare. Il tratto che lo precede è in un contesto magnifico lungo uno sterrato che prima picchia deciso per poi rimanere a mezza costa dandoci modo di ammirare il Canyon formato dallo suo scorrere. Pochi tornanti ed eccoci al guado (facile perché cementato). In questo punto grazie ad uno sbarramento troviamo un piccolo laghetto che da vita ad uno splendido contesto. Il paesaggio muta e il fitto bosco si apre lasciandoci su di una radura con un magnifico casale e i suoi fontanili. La strada qui sale e ci accorgiamo che questa sarà una costante molto frequente. L’escursione si svolge infatti in un contesto dove le salite e discese si alternano senza soluzione di continuità portandoci a sostenere poco più di 1000mt di dislivello!

Siamo entrati nel Parco della mola di Oriolo un’altra gemma di questo giro e saliti, di fatto in un piccolo valico, ci dirigiamo veloci in discesa per incontrare un divertente guado di un affluente del Mignone. Anche qui non possiamo che ammirare quest’angolo di natura dove le querce si affacciano dalle quinte naturali della forra. Seguendo la strada si alternano campi e casolari e una difficile salita preludio alle antiche case in tufo di Vejano. Passiamo la bella fontana, la fortezza con i suoi possenti torrioni e dopo una breve sosta riprendiamo il percorso. Con poche pedalate siamo fuori dal paese e siamo pronti ad affrontare una lunga salita che ci poterà ad un crinale tra i più panoramici del giro.

Scorgiamo la valle sotto il borgo di Civitella Cesi il monte Piantangeli, come non rimanere incantati da tanta bellezza. Il bosco si apre e dopo una rapida discesa riprendiamo quota sempre seguendo il crinale del monte fino ad arrivare all’inizio della discesa più lunga e tecnica che ci porterà alla “Bandita” (FACCIAMO ATTENZIONE SIAMO LONTANO DA TUTTO). Siamo rientrati nella riserva naturale di Monterano e la località, dove i butteri sono di casa, si svela quasi all’improvviso con l’ampio pascolo vissuto dalle possenti maremmane e da cavalli bradi. Scendiamo ora più agevolmente arrivando al fondo di un ampio Canyon, siamo quasi alla conclusione del giro e il parco ci regalerà le ultime emozioni. Dopo un saluto al compagno di viaggio del giorno il Mignone ecco la spettacolare rupe dell’antica Monterano, la zolfatara con il suo piccolo mondo lunare e la cascata Diosilla. Ci aspettano le ultime salite di un giro fantastico che sarà molto difficile dimenticare.


Caratteristiche tecniche dell’escursione in MTB a Vejano

Percorso impegnativo, 80% su sterrato, durata complessiva di circa quattro ore. Si sfiorano i 50 km con dislivello complessivo di circa 1000 mt. Dovuti ad un territorio che fin dai primi chilometri alterna ripide salite e discese dal 10 al 22%, da affrontare senza fretta. ATTENZIONE è presente una DISCESA IMPEGNATIVA caratterizzata dal fatto che la s’incontra quasi sul finire del percorso, dal fondo fortemente sconnesso e dalla sua lunghezza.

Appuntamento: Sabato dalle ore 9:00 alle ore 14:00
Indirizzo: Via degli Scaloni 49-53, 00066 Manziana
Contatto telefonico3286166887

Vai alla pagina dell’evento

Condividi questa pagina!

Comments are closed.