EVENTI ED AZIENDE NEL COMUNE DI CAPRANICA, BARBARANO, SUTRI, VETRALLA, ORIOLO, BASSANO, VEJANO, RONCIGLIONE

Il portale per la promozione di eventi e aziende sul territorio che dal Comune di Capranica si estende fino alla Tuscia romana e alla Tuscia viterbese

Parazzoli e Bellini al Beethoven Festival di Sutri: 1 Luglio

0

Viaggio nella storia della sonata concertante” – Musiche di Mozart, Beethoven e Franck

Parazzoli e BelliniCARLO MARIA PARAZZOLI al Violino

ANNA LISA BELLINI al Pianoforte

Il violino di Carlo Maria Parazzoli e il pianoforte di Anna Lisa Bellini saranno i protagonisti del quarto appuntamento del Beethoven Festival Sutri, venerdì 1 luglio ore 21 Chiesa di San Francesco. I due interpreti, uniti in una collaborazione artistica da oltre venticinque anni,  sono musicisti di punta del panorama concertistico: Carlo Maria Parazzoli è dal 1999 primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Bellini è protagonista di pregevoli interpretazioni con una brillante carriera alle spalle.

Venerdì 1 Luglio ore 21 presso la Chiesa di San Francesco

Il programma, dal titolo  “Viaggio nella storia della sonata concertante”, inizierà con la Sonata in Sol maggiore KV379, affascinante opera che il ventenne Mozart scrisse molto probabilmente  in omaggio ad Antonio Brunetti, suo fedele amico e primo violino alla corte di Salisburgo.

Parazzoli e BelliniSeguirà la Sonata n. 4 in la minore op. 23 di Beethoven che, tra le dieci Sonate per violino e pianoforte composte dal Titano, è probabilmente una delle meno frequentemente eseguite, forse a causa del suo carattere insolito e la sua forma particolare. Composta nella seconda metà dell’anno 1800, l’op.23 fu pubblicata dopo pochi mesi a Vienna.  Il prestigioso «Allgemeine Musikalische Zeitung» scrisse che la Sonata op.23 e la Sonata op.24 “La Primavera”  erano «le migliori scritte da Beethoven, e ciò vuol dire che sono tra le migliori che siano state scritte».

Il programma si concluderà con la leggendaria  Sonata in la maggiore di César Frank, uno dei primi esempi di sonata ciclica. Franck compose questa Sonata nel 1886 e ne fece dono a Eugène Ysaÿe, suo dedicatario, il giorno del matrimonio.  Ysaÿe la eseguì e la sostenne instancabilmente lungo l’intero arco della sua carriera, contribuendo a renderla la più celebre delle sonate francesi dell’Ottocento.

Curricula dei musicisti Parazzoli e Bellini

CARLO MARIA PARAZZOLI  dal 1999 è primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con la quale ha suonato nelle più prestigiose sale e con i più grandi direttori mondiali. Nato a Milano, si è diplomato presso il Conservatorio della sua città. In seguito ha conseguito presso il Conservatorio Superiore di Ginevra il “Premier Prix de Virtuositè”. E’ stato primo violino solista dell’Orchestra Stradivari fondata e diretta dal M° Daniele Gatti. Ha collaborato come violino di spalla con tutte le maggiori orchestre italiane. E’stato primo violino del Quartetto “G.Chigi”, gruppo ufficiale dell’Accademia Chigiana di Siena. Nel 2006 ha eseguito il Doppio Concerto di Brahms con l’orchestra dell’Accademia di S.Cecilia diretta da Kent Nagano. Come camerista si è esibito con grandi musicisti quali Sawallisch, Lonquich, Chung, Pappano, Galliano, Kavakos, Lang Lang. Nel 2012 ha eseguito la Sinfonia Concertante di Haydn sotto la direzione del M° Pappano, il Triplo Concerto di Beethoven con A.Lonquich e il Quintetto di Schumann con M. Argerich.  Suona il violino Nicola Amati del 1651 della Fondazione “Pro Canale”.

Parazzoli e Bellini

ANNA LISA BELLINI svolge una brillante attività concertistica che la vede esibirsi a livello internazionale in Germania, Cile, Giappone, Francia, Belgio, Svizzera e nei maggiori centri musicali italiani. Sotto la guida di Giuliana Brengola si è diplomata, e successivamente laureata, presso il Conservatorio di S.Cecilia sempre con il massimo dei voti e la lode, ottenendo il premio speciale “E. Iacovelli-Marchi” per il miglior diploma. Si è perfezionata con Maria Tipo, Paul Badura-Skoda e Michele Campanella.  Maria Tipo ha scritto di lei: “Le sue doti di sensibilità, comunicativa, intelligenza sono eccezionali e notevole il suo gusto per la bellezza del suono: possiede le qualità del pianista di razza”. Ha vinto primi premi in importanti concorsi quali il Concorso Europeo “B. Bartòk”, “Coppa d’Italia” di Osimo, “M. Clementi-Kawai” di Firenze, “A. Mozzati” di Milano, “Martha Del Vecchio” di Arenzano (GE). E’ stata protagonista di prime esecuzioni tra cui la prima mondiale del Quintetto di Tansman, la prima esecuzione in Germania del Trio di Skalkottas. Per la sua carriera artistica, il Canova Club di Roma le ha conferito il prestigioso premio Targa Speciale R.O.S.A “Risultati Ottenuti Senza Aiuti”.

Condividi questa pagina!

Comments are closed.